RaiBlocks – Transazioni istantanee senza fees ecco la principale rivale di IOTA

Se ti è piaciuto, Condividilo!

In questo post analizziamo una relativamente nuova criptovaluta che ha fatto molto parlare si se nelle ultime settimane, anche grazie alla rapida scalata del marketcap.  RaiBlocks, questo il suo nome, propone interessanti caratteristiche che conquisteranno di sicuro parecchi investitori. Le stesse caratteristiche che rendono RaiBlocks facile da usare e soprattutto conveniente.

Cos’è RaiBlocks?

RaiBlocks è una nuovo modo di pensare le criptovalute, in questo articolo vi spieghiamo come funziona e perché potrebbe essere una delle monete più rilevanti del 2018. RaiBlocks è una cryptovaluta con una architettura chiamata block-lattice dove ogni account ha la sua propria blockchain. Agli utenti è permesso aggiornare in modo asincrono questa blockchain con il resto della rete: questo meccanismo permettere alle transazioni di essere praticamente istantanee grazie al poco sovraccarico a cui la rete principale è sottoposta. Inoltre il sistema tiene traccia del saldo speso e acquisito in modo da sfoltire moltissimo il database e rendere l’infrastruttura sempre molto reattiva.

Ad oggi la rete di RaiBlocks ha processato circa 4.2 milioni di transazioni ma possiede un registro di solamente 1.7GB. Oltre a queste peculiarità che la rendono particolare, se non unica, scopriamo che le transazioni stesse non hanno un costo: le tasse pari a zero favoriscono l’uso di questa cryptomoneta in ambito consumer.

Come funziona RaiBlocks?

Al contrario delle convenzionali blockchain usate dalla maggior parte delle cryptovalute, RaiBlocks utilizza una struttura block-lattice. Il ché significa che ogni account ha una sua blockchain che memorizza tutti i movimenti e il saldo di un determinato utente. Ogni blockchain “proprietaria” può essere quindi aggiornata dal proprietario della stessa attraverso pagamenti fatti e/o ricevuti. Le transazioni avvengono quindi in modalità peer-to-peer, in modo asincrono rispetto alla blockchain principale che costituisce il database vero e proprio di tutte le transazioni. Il risultato di questa struttura è la velocità delle transazioni.

Quando si effettua un pagamento vengono effettuate due transazioni: la prima costituisce la transazione di invio del denaro in cui l’ammontare di XRB (questo il nome della moneta legata a RaiBlocks) viene sottratto dal saldo dell’acquirente, la seconda invece si preoccuperà di aggiungere l’ammontare corrispondente di moneta nell’account del venditore (transazione di ricezione).

Inoltre questa cryptomoneta è basata su una blockchain con struttura DAG (ovvero Direct Acyclic Graph): struttura non nuova nel campo delle blockchain, visto il recente successo di IOTA, la moneta a struttura DAG pensata per l’Internet delle cose.

Nel caso voleste andare più nel dettaglio riguardo il funzionamento tecnico di RaiBlocks vi consigliamo di leggere il Whitepaper, disponibile anche in lingua italiana.

Quali sono i vantaggi che offre RaiBlocks?

  • Zero tasse di transazione: il protocollo è così agile e leggero che il costo di un nodo necessario per validare le transazioni è praticamente vicino allo zero.  Una transazione riesce ad essere contenuta in un singolo pacchetto UDP e sono trattate indipendentemente, senza quindi ricadere in problemi derivanti dalla grandezza dei nodi.
  • Velocità di transazione istantanea: il wallet ha integrato un sistema di pre-caricamento del Proof of Work necessario per eseguire la prossima transizione. Questo vuol dire che entrambi i wallet interessati nella transazioni controllano la transazione in modo rapidissimo. Per le transazioni in corso potrebbe però esserci un po’ di ritardo ma questo è voluto: così facendo si impedisce uno spam eccessivo delle stesse.
  • Altamente scalabile: la difficoltà di gestione della blockchain, grazie alla struttura DAG, è ovviamente molto più bassa. Questo significa che all’aumentare della dimensione nella blockchain, le operazioni di controllo saranno di poco più complesse. L’algoritmo permette, per esempio, di scandire un albero binario con 1000 nodi in 10 passi, uno di 2000 in 20 e così via (più dettagli nel whitepaper).

Qual è il team dietro RaiBlocks?

Gli sviluppatori sono:

  • Colin LeMahieu- Sviluppatore principale del Wallet, Creatore di RaiBlocks
  • Sergsw/byte16 – Contributore principale al Wallet
  • James Coxon – Sviluppatore dei servizi
  • Mica Busch – Sviluppatore Android e Web
  • Zack Shapiro – Sviluppatore iOS

I Gestori della community sono invece:

  • Louis Nobleman – Inglese, Spagnola, Tagalog
  • Jesus Moreno – Inglese, Spagnola
  • Kedrin Welodon – Inglese, Russa
  • Gotowerdown – Inglese, Indonesiana
  • Flomess – Inglese, Italiana

Si può minare RaiBlocks?

RaiBlocks non è minabile e ha da poco raggiunto il massimo numero di moneta disponibile che è di 133,248,189 XRB. I fondi sono stati inizialmente distribuiti tramite un sistema di distribuzione basato su captcha terminato durante il mese di Ottobre 2017. I siti che affermano di poter fare minare al pubblico XRB effettuano semplicemente il mining di una valuta alternativa (come Monero per esempio) per poi fare trading con XRB.

Dove posso comprare XRB?

Attualmente la moneta è presente solamente su Kucoin, Mercatox, Bitgrail e BitFlip. Lo sviluppo di RaiBlocks è attivo e quindi è prevedibile che XRB arriverà sui maggiori siti di exchange al più presto. Il team si dice attivo su questo fronte ma non può parlare di quali exchange saranno presi in considerazione per il futuro. Essi saranno annunciati quando la moneta sarà effettivamente disponibile.

Dove posso trovare il Wallet per RaiBlocks?

La valuta ha attualmente un portafoglio per Desktop e Web, ma è in programma una versione mobile per favorire la portabilità. Il portafoglio desktop può essere scaricato a questo indirizzo.

E’ possibile trovare informazioni su come impostare il wallet su YouTube. E’ disponibile anche una versione open source del wallet, a questo link. Esiste addirittura un wallet con integrazione a Telegram (disponibile qui) ma vi sconsigliamo l’utilizzo (potrebbe essere poco sicuro, anche se il tool è sponsorizzato sul sito ufficiale).

Quali sono i prossimi obbiettivi di RaiBlocks?

Il progetto cercherà di diventare il più unificato possibile in tutte le parti del mondo: la possibilità di team in giro per la terra con la possibilità di modificare parametri porterebbe a diatribe simili a quelle che affliggono le blockchain standard come la grandezza dei blocchi.

Sarà aggiunto il supporto al broadcast delle transazioni IPv6, è in programma di introdurre pagamenti in questa valuta su provider importanti, in modo da rendere XRB accettata quasi tanto quanto le comuni valute fiat.

Infine l’obbiettivo è quello di diventare un punto di riferimento per quelle persone che non hanno accesso a conti bancari e dare loro la possibilità di essere sicuri nel momento in cui effettuano o ricevono transazioni.

Dove trovo la community di RaiBlocks?

Potete seguire i progressi del progetto ed entrare a far parte della community tramite questi social network:

Insomma, il progetto di RaiBlocks è ben avviato e la moneta sembra essere una alternativa interessante alle comuni blockchain presenti attualmente sul mercato. Scoprite di più sul sito ufficiale e leggendo il whitepaper.

DICHIARAZIONE DI ESCLUSIONE – QUESTO NON E’ UN INVITO ALL’INVESTIMENTO O AD ALTRA AZIONE.
LE INFORMAZIONI SONO DA INTENDERSI A CARATTERE DIVULGATIVO E SI ESCLUDE QUALSIASI TIPO DI RESPONSABILITA’ PER LE INFORMAZIONI QUI RIPORTATE


Unisciti al nostro Canale Telegram per gli Investimenti in Criptovalute: t.me/newcryptoitalia

Se ti è piaciuto, Condividilo!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Ti inviatiamo a prendere visione di:Privacy e Cookies - Termini Estesi

Chiudi