Monero – Una criptovaluta completamente anonima

Se ti è piaciuto, Condividilo!

Non vorresti che il supermercato dove paghi con la tua carta di credito sappia quanti fondi hai a disposizione, quali altri pagamenti effettui e con quale frequenza, vero?

E’ fondamentale che la privacy venga rispettata nelle transazioni, sia che vengano effettuate offline che online.
Nonostante le massime misure di sicurezza, una violazione della privacy nelle transazioni online equivale potenzialmente a rendere visibili le proprie informazioni bancarie a tutto il mondo.

Monero (XMR)  è una criptovaluta creata nell’Aprile 2014 che fa dei suoi punti di forza la sicurezza, privacy e non tracciabilità.
In questi 3 anni ha avuto una rapida crescita dovuta in parte anche all’adozione da parte dei più grandi mercati della Darknet, come AlphaBay e Oasis Market.
Questo ha fatto si che nel 2017 il suo mercato di capitalizzazione sia stato piuttosto stabile al nono posto di tutte le criptomonete.

Qual è l’obiettivo di Monero?

Molti credono che il Bitcoin sia una moneta che garantisca il totale anonimato, ma in pochi si accorgono come questa sia in realtà solo una interpretazione poco corretta.

Bitcoin si basa infatti su una tecnologia di Blockchain in cui gli utenti possono verificare le transazioni di altre persone. Questo è importante specialmente nei casi in cui questi pagamenti devono essere trasparenti.
(come ad esempio spese governative o di organizzazioni senza scopo di lucro).

Nonostante sia vero che l’indirizzo personale è anonimo e non associato alla propria identità, è anche vero che una volta condiviso, tutte le transazioni passate e future, quanti soldi stai inviando o ricevendo saranno sempre collegati a te.
In questo modo un attento analista di blockchain può risalire all’identità di una persona attraverso i propri schemi, fuso orario, servizi utilizzati e cronologia delle transazioni.
Infatti quando invii dei fondi, comunichi all’intero network Bitcoin che i fondi che possiedi ora appartengono all’indirizzo pubblico del destinatario.
Tutti lo possono vedere, e questo non è auspicabile.
Non si sta parlando di svelare che gli utenti potrebbero acquistare o pagare per servizi o prodotti illegali, ma semplicemente potresti non volere che i clienti che si appoggiano a te per un servizio retribuito in Bitcoin sappiano quanto stai facendo pagare ad altri clienti.

Oppure per fare altri esempi:
  •  Sei un imprenditore, quando effettui un pagamento a uno dei tuoi fornitori per i beni che ti ha fornito riveli la tua chiave pubblica. Quindi permetti a loro di accedere a tutta la cronologia delle transazioni bitcoin e vedere con quali altri fornitori hai a che fare.

 

  • Sei un turista in un paese che ha un alto tasso di criminalità. Durante il tuo soggiorno effettui diversi acquisti in varie parti del paese, magari per riportare a casa dei souvenir da regalare a qualche amico. Ora, ogni negozio o persona con cui hai effettuato una transazione può conoscere la frequenza delle tue transazioni, le dimensioni e il numero di Bitcoin che possiedi nel tuo conto. Questo potrebbe metterti in una situazione pericolosa.

 

L’obiettivo di Monero è quello di risolvere questi problemi utilizzando un sistema di Ring Signatures (Firme ad anello) e di Stealth Addresses (Indirizzi invisibili).

 

Come funzionano gli Stealth Addresses ?

Con Monero il proprio indirizzo pubblico non apparirà mai nel registro pubblico delle transazioni. Sarà registrato un “indirizzo invisibile” (Stealth address)  in modo tale che solo il mittente ed il destinatario possono conoscere l’entità della transazione.

L’indirizzo del wallet di Monero è formato da una stringa di 95 caratteri e consiste in una “chiave pubblica di visualizzazione” ed una “chiave pubblica di spesa” . Queste chiavi sono generate a partire dalle relative chiavi private possedute dal solo proprietario dell’indirizzo.

Quando A invia Monero a B, il wallet di A utilizzerà le chiavi pubbliche di B e le combinerà con dati random per creare una “one-time-spend-key” cioè una chiave temporanea per il trasferimento di fondi a B.

A questo punto tutti gli utenti sul registro pubblico potranno visualizzare la chiave temporanea, ma solo A e B sapranno che A ha inviato Monero a B.

B con la sua chiave di visualizzazione privata potrà scansionare la blockchain per visualizzare l’effettivo trasferimento.

Grazie agli stealth addresses non ci sono collegamenti diretti tra la chiave temporanea registrata sulla blockchain pubblica ed il wallet di B, assicurando di fatto la privacy del destinatario.

Come funziona la Ring Signature?

Per assicurare la privacy del mittente di una transazione, si utilizza il modello di Ring signatures.

Il modello di “Firma ad anello” è un tipo di firma digitale dove un gruppo di possibili firmatari si fondono insieme formando una firma unica che autorizza la transazione.
La firma “vera“ del mittente si unisce a quella di altri membri presi a random dalla blockchain per formare un anello in cui tutti i membri sono validi e si equivalgono. In altre parole essi fungono da diversivo. Infatti quello che succede è che si ha un mixaggio delle transazioni. Significa che in una transazione, il vero mittente sceglie casualmente altri utenti validi (che possiedono Monero) affinché compaiano nella transazione come possibili mittenti.

In questo modo nessuno può dire chi effettivamente ha inviato i Monero al destinatario.

Monero ring signature anello
Monero funzionamento firma ad anello

Per fare un esempio immagina di ricevere una e-mail. Questa e-mail deriva da un indirizzo e-mail di gruppo piuttosto che essere individuale. Puoi vedere quali persone sono nel gruppo e sapere che uno di loro l’ha inviata, ma non esattamente chi.

Per approfondire questi concetti piuttosto complessi, qui ci sono dei video esplicativi (in lingua inglese) creati dalla community di Monero.

 

E’ possibile il mining con Monero?

Si, con Monero l’estrazione (mining) è semplificata.

Ogni utente può diventare un miner e guadagnare premi di blocco per le transazioni verificate. Infatti, mentre per l’estrazione della maggior parte delle criptomonete sono richiesti computer specializzati e l’installazione di software costosi come ASIC, con Monero è sufficiente un qualsiasi computer. L’estrazione si basa sulla potenza di calcolo del computer e quindi dipenderà dalla CPU e GPU del proprio PC.
[per ulteriori informazioni sul mining di Monero visita il sito-guida ]

Nel complesso il mining di Monero è alla portata di tutti, questo significa che nel tempo probabilmente sempre più utenti diventeranno miners.

Un grande vantaggio che porterà un aumento del numero di minatori sarà che le transazioni diventeranno esponenzialmente più veloci. Questo perchè tutte le transazioni sono registrate e verificate sulla blockchain dai minatori.

 

Dove posso informarmi di più su Monero?

I canali principali e ufficiali di Monero, oltre il sito principale sono Twitter, Reddit, Facebook, Telegram, Forum, Bitcointalk, YouTube.

Per essere sempre aggiornato sull’andamento di Monero è utile consultare il grafico in tempo reale .

 

 


Unisciti al nostro Canale Telegram per gli Investimenti in Criptovalute: t.me/newcryptoitalia

Se ti è piaciuto, Condividilo!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Ti inviatiamo a prendere visione di:Privacy e Cookies - Termini Estesi

Chiudi